Se i serramenti della tua casa cominciano a dare segni di cedimento come problemi di chiusura, deterioramento esteriore e delle guarnizioni, spifferi e cigolii di ogni genere è probabilmente arrivato il momento di cambiare i tuoi infissi. Di norma, un infisso Made in Italy in legno, alluminio o PVC se installato correttamente dura anche 30 anni, quindi se l’età dei tuoi serramenti è questa potrebbe essere giunto il loro momento, ma se questi problemi si sono manifestati dopo pochi anni temo che la qualità degli infissi non fosse delle migliori e che gli installatori non fossero esattamente specializzati nella posa del serramento.

Oggi però voglio darti 5 consigli pratici da utilizzare subito per la scelta dei tuoi nuovi serramenti. Ti saranno utili una volta uscito nella giungla di offerte e promesse che hanno invaso il mercato dei serramenti.

1. Certificazione Made in Italy

È inutile girarci attorno. Sui serramenti Made In Italy c’è un controllo totale e certificato di tutta la filiera produttiva. Quindi materiali e lavorazione rispettano regole precise e molto rigide. Questo quando si tratta della tua sicurezza e serenità non ha prezzo. Farsi tentare da offerte può essere pericoloso perché quella finestra prodotta nei paesi dell’est che apparentemente sembra uguale nasconde caratteristiche e particolari che per forza di cose il consumatore ad occhio nudo non può percepire, ma che si faranno sentire da lì a pochi mesi dando i primi problemi.

2. Installazione

Posso dirti che l’installazione è responsabile nel 50% dei casi problematici. Accade perché gli infissi raramente vengono montati da posatori specializzati. L’operaio tutto fare si arrangia, toglie le vecchie ante e sul telaio deteriorato delle vecchie finestre monta le nuove come riesce. I problemi però arriveranno presto… Inoltre sono pochi (controlla tu stesso) i venditori di infissi che hanno una squadra interna con esperienza, nella maggior parte dei casi delegano il montaggio esternamente. Quindi accertati delle competenze degli installatori e del fatto che siano interni all’azienda. Assicurati che rispettino un protocollo preciso di montaggio, questo nel tuo interesse, per non portarti a casa dei problemi che potrebbero risolvere in magazzino senza farti venire infarti inutili. Lo stesso vale per i tempi di consegna, rispettarli è fondamentale per non trovarsi in mezzo a una tempesta e non è una metafora…

Ecco cosa ho visto con i miei stessi occhi

Un giorno mi chiama un geometra con cui lavoro spesso. Mi invita ad andare con lui per dare un occhio a quello che stavano combinando dei presunti installatori di infissi a casa di un medico che lui conosceva. Arriviamo e la situazione era tragica: i lavori erano iniziati alle 8 di mattina, c’erano 3 operai stranieri che parlavano poco l’italiano (e questo potrebbe non essere un problema) che avevano un’esperienza pari a zero nell’installazione di serramenti (questo era un grave problema). Erano soli senza il loro capo italiano che nel frattempo era andato a in azienda a ritirare le finestre, nel frattempo i 3 operai iniziano a smontare le finestre, tutte e 11 le finestre di questo attico esposto su 4 lati. Era Novembre, freddo e aria e il medico era imbalsamato sul divano con il cappotto. Non è finita. Finalmente arrivano le finestre, ma indovina un po’… c’era un piccolo problema con le misure che tradotto significa che erano quelle sbagliate, nel frattempo il medico gelava sul divano, i fogli volavano per casa, e nessuno sapeva come uscire da questa situazione. Ovviamente i 3 operai davano la colpa al geometra, lui la dava a loro e il cliente inseguiva i fogli che svolazzavano per casa… Questo è quello che succede quando non sono degli specialisti a gestire il lavoro.

contattaci-ora-1

3. Sopralluogo

Vai in showroom, scegli le finestre e magari porti le misure che hai preso tu personalmente a casa? Non comprare mai sulla carta! Tutto deve partire con un sopralluogo. Le finestre sono una cosa troppo importante per essere scelte su catalogo senza che chi te le sta vendendo abbia visto le condizioni reali della tua abitazione.

4. Attrezzature professionali

Purtroppo non basta armarsi di un cacciavite e di buona volontà per fare un bel lavoro. Ovviamente le attrezzature professionali costano e questo è un investimento che viene fatto solo da chi opera esclusivamente nel settore dei serramenti. Noi ad esempio per proteggere i serramenti dai danneggiamenti dovuti al trasporto abbiamo scelto una soluzione dedicata, un monta scale specifico per questo utilizzo che mette in sicurezza i serramenti e li porta al piano desiderato, proteggendo gli infissi, ma anche le pareti delle scale condominiali, spesso oggetto di discussioni con i vicini per danneggiamenti durante i lavori.

5. Le tue esigenze al primo posto

Sembra strano, eppure accade. Mi riferisco a chi si ritrova ad acquistare serramenti che non sono esattamente quello che voleva. Sotto la pressione del venditore si viene spinti a scegliere quelle finestre che casualmente coincidono con un’eccedenza di magazzino del venditore stesso. Le tue esigenze dovrebbero sempre essere al primo posto e chi vende dovrebbe cercare di rispondere alle tue esigenze.

In conclusione…

Applica questi 5 consigli nel valutare chi dovrà venderti e installare in casa tua i nuovi infissi. È l’unico modo per tutelare i tuoi interessi: serenità, comfort e sicurezza. Ed è l’unico modo in cui sappiamo lavorare in Ettal.

Scopri nel dettaglio come potremmo aiutarti. Contattaci ora per un sopralluogo gratuito. Risponderemo senza impegno alla tua richiesta entro 24 ore.

contattaci-ora-1